Giorno 0 – “Vai a zappare la terra! Si, volentieri…

Nell’occupare lo spazio in Facoltà che utilizziamo per incontrarci, discutere e dare vita alle nostre idee, ci siamo resi conto della potenziale ricchezza del terreno che lo circonda. L’idea dell’orto è nata come conseguenza naturale della nostra adozione ai principi di autoproduzione e autoformazione che con eigenLab portiamo avanti.

Dopo innumerevoli discussioni sulla reale fattibilità di un orto universitario in cui ognuno di noi contribuisce con il proprio sapere e le proprie braccia, ci siamo rimboccati le maniche il  progetto eigenOrto è partito.

Continua a leggere

Partecipa!

Cos’è EigenNet?

EigenNet e’ una rete mesh cittadina.

In altri termini è il progetto di una rete wireless diffusa su una buona parte di Pisa tramite da Access Point dislocati in vari punti della città. Questi dispositivi devono formare tra di loro una vera e propria rete in cui le intersezioni o “nodi” sono in comunicazione wireless o via cavo tra di loro. Grazie al nostro software sviluppato da Gioacchino i dati sulla rete corrono da un capo all’altro della rete scegliendo il percorso migliore.
Chiunque può partecipare liberamente e diventare un nodo della rete, non è assolutamente necessario far parte di eigenLab né farsi vedere alle nostre assemblee il mercoledì sera (ma è gradito).

>>>Per avere istruzioni più dettagliate riferirsi al wiki.<<<

Mappa di EigenNet

 

 

Aggiungere un Nodo

Chiunque può contribuire e portare eigenNet nel suo quartiere diventando un nodo della rete!

Continua a leggere

MOCA DaybyDay – #3

Purtroppo oggi è l’ultima giornata di questo stimolante meeting quadriennale e subito nella mattina sono iniziati gli ultimi talk. il primo è stato tenuto dagli stessi ragazzi che hanno introdotto globaleaks nella giornata di ieri che hanno parlato di come funziona il progetto tor2web che serve a rendersi anonimi nella navigazione in internet. Un’infrastruttura di computer sempre accesi garantisce che la rete sia sempre utilizzabile e del tutto anonima.

Per l’ ultimo talk è tornato Linx, che ha illustrato Liquid Feedback, software utilizzato dal Partito Pirata per prendere decisioni collettivamente. L’ idea teorica dietro a Liquid Feedback è assai stimolante e controversa. Partendo dalla constatazione che nella Storia dell’ Uomo non si è mai ottenuto un vero ed efficace sistema realmente democratico, il PP ipotizza che ciò non è mai avvenuto per la mancanza dell’ ultimo ingrediente necessario: la tecnologia.E’ partendo da queste premesse che viene sviluppato il concetto di “democrazia liquida”, sistema supportato appunto dal web. Ogni volta che vi è  una decisione da prendere ogni aderente al partito ha diritto di partecipare alla discussione in merito alla proposta e diritto di voto. Ogni pirata inoltre può decidere di delegare qualcun’altro nelle votazioni, delega che può essere ritirata o trasferita in qualsiasi momento.

Continua a leggere

MOCA DaybyDay – #2

Questa seconda giornata di Metro Olographix Camp è stata incredibilmente intensa. Per 14 ore no-stop si sono susseguite ad un ritmo forsennato talks di vario tipo, mentre nel parco le tende continuavano a spuntare come funghi e tra le quali è pure iniziata a sventolare una bandiera pirata!

Oggi abbiamo conosciuto il software GlobaLeaks, utilissimo per aumentare la trasparenza e diminuire la corruzione nelle aziende e nelle città tramite segnalazioni di anonimi whistleblower.Dunque una presentazione su SecuShare: un software di comunicazione friend to friend ultrasicuro che si appoggia su GNUnet, perfino più paranoico di RetroShare, software molto utilizzato in eigenLab.

A interessarci però in prima persona è stata senz’ altro la presentazione “Community Wireless”, a cura di Nemesis di Ninux . Illustrando innanzitutto i principi alla base di questo progetto di cui è stata sottolineata l’ orizzontalità. In questo talk Federico ha suggerito ottimi metodi per far interfacciare le comunità affette da digital divide con i wisp, in modo da poter creare comunity wireless in zone anche remote. Poco dopo ci siamo incontrati nel tendone dei ragazzi di ninux per fare finalmente una piccola assemblea reale con le nuove community network che si stanno formendo in italia, in particolare a Firenze e a Viterbo.

Continua a leggere