Laboratorio Terre Resistenti -Una scelta di campo – dalla parte della terra e di chi la coltiva

Il Laboratorio Terre Resistenti vuole parlare di t/Terra. Terra come nodo essenziale in cui temi sociali ed ambientali si intrecciano, in cui è imprescindibile coniugare la tutela del territorio e del paesaggio della salubrità della vita con la difesa dei diritti e della dignità dei lavoratori agricoli, in cui la salvaguardia dei beni naturali e la biodiversità è immediatamente ricerca di nuove forme di produzione, distribuzione e consumo.

A partire proprio da queste considerazioni riteniamo inaccettabile l’antitesi tra produttore e consumatore che ci viene imposta dalla grande distribuzione: pensiamo che questa contrapposizione debba essere trasformata piuttosto in una sinergia costruttiva che porta inevitabilmente a scegliere la filiera corta, non solo per seguire un trend, ma soprattutto perché permette di intessere nuove relazioni di reciproco scambio e conoscenza tra compratori e produttori. Un nodo da scogliere con due mani, attraverso pratiche di lotta e di proposta, di critica e di progetto. Se con una mano vogliamo fermare i processi di sfruttamento della terra e di chi la lavora, con l’altra vogliamo costruire alternative ecologiche e sostenibili, cercando di superare l’attuale modello di sviluppo.

Vogliamo costruire legami di mutualità tra mondo urbano e mondo rurale, tra chi ogni giorno tramite il proprio lavoro partecipa alla produzione nella città e nella campagna ma viene separato da ciò che produce ed escluso dalle scelte produttive. Continua a leggere

Manifesto di eigenLab

eigenLab(chiaro)(sito)

eigenLab è un riot workshop, un’officina  ribelle che si trova di fronte un mondo di produzione di massa ad un  passo dalla catastrofe ambientale, in cui riparare una lavatrice costa  piu’ che comprarne una nuova.

Dietro a cataste di rottami, “trashware” ed elettronica in disuso si nasconde un’arte fatta di bobine, magneti e  ingranaggi, capace di trasformare i rifiuti in macchine funzionanti: crediamo nell’autoproduzione di ogni tipo di congegno e nella diffusione di tutto il know-how relativo alla sua costruzione partendo da materiali di scarto altamente inquinanti e con elevati costi di smaltimento. Continua a leggere

Primo Manifesto di eigenLab

eigenLab è una laboratorio autogestito per l’autoproduzione e  l’autoformazione, ovvero la costruzione di cose utili partendo da  materiali di recupero per dimostrare a tutti che è possibile e facile  fare da se (quasi) qualunque cosa. eigenLab è un Riot Workshop,  un’officina ribelle in un mondo di produzione di massa: noi vi aiutiamo a  farvi energia da soli, a costruirvi un computer funzionante partendo da  quei vecchi pezzi che avete nel cassetto da anni ed anche a cucinare  grazie al sole ed uno specchio. Il nome significa semplicemente “autoLaboratorio”.
Continua a leggere