Sulle dichiarazioni di Zuckerberg

Repubblica paragona zuckerberg con zola con un articolo [1] in cui viene spiegato il suo J’accuse nei confronti delle violazioni della privacy che hanno visto gli stati uniti sotto i riflettori negli ultimi tempi.
vorremmo sottolineare l’insensatezza di questa dichiarazione [2], essendo l’impero di Facebook, che ormai conta piu di due miliardi di dollari, fondato sull’utilizzo smoderato di tutti i dati degli utenti per fini commerciali. Zuckerberg si sente forse legittimato a redarguire gli Stati Uniti in quanto tutelato dalla clausola sulla privacy che ogni utente e` obbligato ad accettare per potersi iscrivere al social network?

tmp_PawelKuczynski58166379029“So it’s up to us — all of us — to build the internet we want. Together, we can build a space that is greater and a more important part of the world than anything we have today, but is also safe and secure. I’m committed to seeing this happen, and you can count on Facebook to do our part.”

Grazie Mark, ma preferiamo fare da soli! [3]

 

[1 ]http://www.repubblica.it/tecnologia/2014/03/14/news/facebook_zuckerberg_telefona_a_obama_deluso_dalle_tue_scelte_sulla_privacy_in_rete-80956972/?ref=HREC1-11
[2]https://m.facebook.com/zuck/posts/10101301165605491
[3]http://eigenlab.org/eigennet/

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. Pingback:Buon anno and happy new encryption! - eigenLab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facci vedere che sei uman@! Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.