2° Appuntamento: Simulatori quantistici e transizioni di fase

Cosa è avvenuto e cosa sta avvenendo in ambito scientifico negli ultimi anni? Una domanda a cui non tutti forse sapranno rispondere, sia per carenza di materiale accessibile ai non addetti ai lavori che per la vastità dei campi di ricerca di cui team di ricercatori si occupano in tutto il mondo. Con un ciclo di seminari di tipo divulgativo, cercheremo di toccare alcuni punti fondamentali della ricerca scientifica attuale cercando di coniugare quanto più possibile gli aspetti sperimentali e teorici e facendo intervenire professori, ricercatori e dottorandi della nostra università.

Nel secondo incontro del ciclo ci occuperemo delle ultime ricerche nel campo dell’informazione quantistica, una branca della fisica studiata a partire dallo scorso secolo che aprirebbe la strada alla realizzazione di un computer quantistico. Partendo dalla spiegazione del background teorico che ne è alla base, il seminario si propone in particolare di presentare recenti risultati nel campo della ricerca sui simulatori quantistici, un modello sviluppato per la prima volta dal fisico Richard Feynman nel 1982.

Interverranno:
Ettore Vicari (Università di Pisa)

TRANSIZIONI DI FASE QUANTISTICHE

Nel mio seminario sarà data un’introduzione alle transizioni di fase quantistiche, tra fasi quantistiche differenti. Esse descrivono cambiamenti qualitativi nelle proprietà dello stato fondamentale in sistemi a molti corpi. A differenza delle transizioni di fase classiche, che sono generalmente causate da fluttuazioni termiche (per esempio la transizione liquido-gas), le transizioni quantistiche hanno origine dalle fluttuazioni quantistiche a temperatura zero.

SLIDES SEMINARIO: http://efesto.eigenlab.org/~ciccio/qt.pdf

Oliver Morsch (CNR-INFM, Università di Pisa)

SIMULATORI QUANTISTICI CON ATOMI DI RYDBERG

I simulatori quantistici, originalmente ideati da Richard Feynman trent’anni fa, sono tornati al centro dell’interesse della ricerca negli ultimi anni. Nel mio seminario racconterò brevemente la loro storia, partendo dai computer analogici degli anni 20 e 30, e spiegherò i vari approcci usati per realizzare tali simulatori. Infine illustrerò la nostra attività di ricerca con atomi di Rydberg ultrafreddi, i quali sono degli ottimi candidati per l’implementazione sperimentale di simulatori quantistici, e presenterò dei risultati recenti su transizioni di fase dinamiche in tali sistemi.

SLIDES SEMINARIO: http://efesto.eigenlab.org/~ciccio/studenti_2014_simulatori.pdf

Mercoledì 17 Dicembre
Ore 16:00
Aula A1 (Polo Fibonacci)

http://efesto.eigenlab.org/~diesys/grafica/locandine/14/12-17_ComputazioneQuantistica/12.17computazione.jpg

Tweet storm verso lo sciopero sociale!

Facciamoci sentire sulle piazze digitali in vista dello sciopero sociale del 14 Novembre!

Dopo il riuscitissimo esperimento del #10o, in cui il l’hashtag #socialstrike è entrato nella classifica dei trending topic in soli 12 minuti, rilanciamo un nuovo tweet storm per dar voce allo sciopero sociale che si terrà in tante piazze italiane e europee il giorno dopo, 14 novembre.

Per chi avesse bisogno di info sull’argomento può contattarci all’indirizzo netstrike.now@gmail.com

L’account da cui partirà l’attacco è il solito: Netstrike_now

L’howto creato per facilitare l’azione del 10o e utilizzabile anche in quest’occasione per chi non sapesse come funziona un tweet storm https://eigenlab.org/2014/10/howto-appropriarsi-del-trending-topic-di-twitter/

See you on the web, see you on the barricades!

twwwwt

Sciopero Sociale: Mappare la precarietà, bloccare i flussi

CONCENTRAMENTO

VENERDÌ 14 Novembre

ORE 16, PIAZZA GARIBALDI

Qui la locandina dell’evento

Sappiamo quanto è difficile oggi scioperare. Lo è per chi ha un lavoro fisso, per chi il diritto di sciopero ce l’ha, ma lo vede sottoposto a troppe limitazioni. Lo è perché è faticoso rinun- ciare a una parte del proprio stipendio quando la crisi si approfondisce e soldi non ce ne sono. Lo è ancora di più per chi è precario, per chi scioperare significa rischiare di perdere il posto di lavoro. Lo è per chi è un lavoratore autonomo, perché poi deve motivare il proprio ritardo nella consegna al committente. Lo è per un disoccupato o per un intermittente. Continua a leggere

Assemblea studentesca 12 novembre ore 11!

Le aule sono sempre state all’interno del Polo Fibonacci un luogo di studio e di dialogo per tutti gli studenti che attraversavano questo spazio, offrendo loro un luogo ideale per la discussione e lo scambio critico di idee. Da qualche mese, tuttavia, la politica di chiusura degli spazi già adottata per esempio al polo Piagge è stata ora applicata anche al Fibonacci provocando un enorme disagio a chi vive ogni giorno questo spazio: gli studenti hanno difficilmente accesso alle aule se non per seguire le proprie lezioni, i professori trovano spesso le aule chiuse e i portinai devono correre per tutto l’edificio, costretti ad aprire e chiudere le aule continuamente e subire le lamentele di professori e studenti. Le poche aule lasciate aperte d’ufficio sono del tutto insufficienti a soddisfare le necessità degli studenti. Non vi sono motivazioni ufficiali a questa politica, ma solo giustificazioni vaghe e discordanti tra loro: furti frequenti nelle aule, risparmio energetico e vandalismo. Continua a leggere